Menu

La Storia - Ottocento

La Storia - Ottocento

“Storia magistra vitae” recita un detto.

La storia aiuta a capire il presente e può offrire strumenti di inestimabile valore per la comprensione di ciò che accade anche dal punto di vista economico, politico e sociale.

Questa è una raccolta di audio estratti da video e documentari, pubblicati in ordine quasi cronologico.

La crisi di fine secolo 14.06.2019, 21:09
La crisi di fine secolo

<p>Negli ultimi 5 anni del secolo l'Italia visse tra tensioni e rigurgiti reazionari. Nel mar. '96 <strong>Di Rudinì</strong> ricevette l'incarico di formare il nuovo esecutivo. Stipulata la pace con Menelik, egli tentò di attenuare le tensioni, senza riuscirvi per il desiderio di forte autoritarismo nella classe dirigente e tra i capitalisti (interessati alla politica coloniale). Nel maggio '98, a <strong>Milano</strong> scoppiarono <strong>tumulti contro il carovita:</strong> il generale <strong>Bava Beccaris</strong>diresse le artiglierie contro la folla sterminando 80 persone (fonti non ufficiali dicono 300). <strong>Turati, Bissolati</strong> e il cattolico <strong>Don Albertario</strong> furono arrestati. Di Rudinì si dimise in seguito per dissensi politici. Lo sostituì il generale <strong>Pelloux</strong> (giu. 1898-giu. 1900) che, nel 1899, presentò progetti di legge reazionari con l'appoggio di politici conservatori. Non riuscì mai a vararli, neanche d'autorità. Alle elezioni del giu. 1900, socialisti, radicali e repubblicani conquistarono 95 seggi. Pelloux si dimise, Umberto I affidò l'incarico al vecchio <strong>Saracco.</strong> Il 29 lug. 1901 il re fu ucciso a <strong>Monza</strong> dall'anarchico <strong>Gaetano Bresci.</strong> Gli successe <strong>Vittorio Emanuele III</strong> (1901-1947).</p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=mxM3jHpVAJU&#38;t=45s">https://www.youtube.com/watch?v=mxM3jHpVAJU&#38;t=45s</a> <a rel="nofollow" href="http://www.sapere.it/sapere/strumenti/studiafacile/storia/L-et--contemporanea/L-Italia-dall-unificazione-alla-Prima-Guerra-Mondiale/La-crisi-di-fine-secolo.html">http://www.sapere.it/sapere/strumenti/studiafacile/storia/L-et--contemporanea/L-Italia-dall-unificazione-alla-Prima-Guerra-Mondiale/La-crisi-di-fine-secolo.html</a> )</p><br>

La Belle Epoque 14.06.2019, 19:33
La Belle Epoque

<p>Col nome di <em><strong>Belle Époque</strong></em> si indica il periodo storico, socio-culturale e artistico europeo che va dall'ultimo ventennio dell'<a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/XIX_secolo" title="XIX secolo">Ottocento</a> all'inizio della <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Prima_guerra_mondiale" title="Prima guerra mondiale">Prima guerra mondiale</a>.</p><br><p>Pur facendo riferimento specifico alla Francia, in special modo <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Parigi" title="Parigi">Parigi</a>, esso vide manifestazioni parallele con tratti molto simili non solo in altri paesi dell'Europa occidentale ma anche in ambiti extra-europei, proprio come gli <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Stati_Uniti_d%27America" title="Stati Uniti d'America">Stati Uniti</a> (la cosiddetta <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Gilded_Age" title="Gilded Age"><em>Gilded Age</em></a>) ed il Messico (il "Porfiriato", cioè il periodo della dittatura di <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Porfirio_D%C3%ADaz" title="Porfirio Díaz">Porfirio Díaz</a>).</p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Belle_%C3%89poque">https://it.wikipedia.org/wiki/Belle_%C3%89poque</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=7DJrMSUfyMA&#38;t=7s">https://www.youtube.com/watch?v=7DJrMSUfyMA&#38;t=7s</a> )</p><br>

Sigmund Freud pubblica "L'Interpretazione dei Sogni" 1899 14.06.2019, 19:33
Sigmund Freud pubblica "L'Interpretazione dei Sogni" 1899

<p><strong>Sigismund Schlomo Freud</strong>, noto come <strong>Sigmund Freud</strong>, (<a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/P%C5%99%C3%ADbor" title="Příbor">Freiberg</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/6_maggio" title="6 maggio">6 maggio</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1856" title="1856">1856</a> – <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Hampstead" title="Hampstead">Hampstead</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/23_settembre" title="23 settembre">23 settembre</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1939" title="1939">1939</a>) è stato un <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Neurologia" title="Neurologia">neurologo</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Psicoanalista" title="Psicoanalista">psicoanalista</a> e <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Filosofo" title="Filosofo">filosofo</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Austria" title="Austria">austriaco</a>, fondatore della <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Psicoanalisi" title="Psicoanalisi">psicoanalisi</a>, sicuramente la più famosa tra le correnti teoriche e pratiche della <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Psicologia" title="Psicologia">psicologia</a>.</p><br><p>Freud è noto per aver elaborato una teoria <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Scienza" title="Scienza">scientifica</a> e <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Filosofia" title="Filosofia">filosofica</a>, secondo la quale i processi <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Psiche" title="Psiche">psichici</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Inconscio" title="Inconscio">inconsci</a> esercitano influssi determinanti sul <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Pensiero" title="Pensiero">pensiero</a>, sul <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Comportamento" title="Comportamento">comportamento</a> umano e sulle <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Relazioni_interpersonali" title="Relazioni interpersonali">interazioni tra individui</a>. Di formazione medica, tentò di stabilire correlazioni tra la visione dell'inconscio, rappresentazione simbolica di processi reali, e delle sue componenti con le strutture fisiche della <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Mente" title="Mente">mente</a> e del <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Corpo_umano" title="Corpo umano">corpo umano</a><a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Sigmund_Freud#cite_note-cita|Freud_1938|pp._11-12-1">[1]</a>, teorie che hanno trovato parziale conferma anche nella moderna <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Neurologia" title="Neurologia">neurologia</a> e <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Psichiatria" title="Psichiatria">psichiatria</a></p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Sigmund_Freud">https://it.wikipedia.org/wiki/Sigmund_Freud</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=1Md135Ncb4k&#38;t=159s">https://www.youtube.com/watch?v=1Md135Ncb4k&#38;t=159s</a> )</p><br>

Muore Elisabetta D'Austra "Sissi" 1898 14.06.2019, 10:02
Muore Elisabetta D'Austra "Sissi" 1898

<p><strong>Elisabetta Amalia Eugenia di Wittelsbach</strong>, nata duchessa in Baviera (<a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Monaco_di_Baviera" title="Monaco di Baviera">Monaco di Baviera</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/24_dicembre" title="24 dicembre">24 dicembre</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1837" title="1837">1837</a> – <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Ginevra" title="Ginevra">Ginevra</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/10_settembre" title="10 settembre">10 settembre</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1898" title="1898">1898</a>), fu <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Consorti_dei_sovrani_d%27Austria" title="Consorti dei sovrani d'Austria">imperatrice d'Austria</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Consorti_dei_sovrani_d%27Ungheria" title="Consorti dei sovrani d'Ungheria">regina apostolica d'Ungheria</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Consorti_dei_sovrani_di_Boemia" title="Consorti dei sovrani di Boemia">regina di Boemia</a> e di <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Croazia" title="Croazia">Croazia</a> come consorte di <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Giuseppe_I_d%27Austria" title="Francesco Giuseppe I d'Austria">Francesco Giuseppe d'Austria</a>.</p><br><p>Nonostante fosse cresciuta relativamente libera da vincoli sociali e di comportamento normalmente imposti alla nobiltà <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Europa_centrale" title="Europa centrale">mitteleuropea</a> del XIX secolo e generalmente insofferente alla disciplina di corte a <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Vienna" title="Vienna">Vienna</a>, nonché alle politiche imperiali e alle condizioni di vita dei popoli sottoposti alle autorità dell'<a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Impero_austro-ungarico" title="Impero austro-ungarico">Impero austro-ungarico</a>, rimase un simbolo della monarchia asburgica, e per tale ragione il 10 settembre 1898 fu uccisa a <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Ginevra" title="Ginevra">Ginevra</a>, in <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Svizzera" title="Svizzera">Svizzera</a>, dall'<a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Anarchia" title="Anarchia">anarchico</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Italia" title="Italia">italiano</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Luigi_Lucheni" title="Luigi Lucheni">Luigi Lucheni</a>.</p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Elisabetta_di_Baviera">https://it.wikipedia.org/wiki/Elisabetta_di_Baviera</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=4WlFLAm4ujk&#38;t=46s">https://www.youtube.com/watch?v=4WlFLAm4ujk&#38;t=46s</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=BFprFy3QKVI&#38;t=25s">https://www.youtube.com/watch?v=BFprFy3QKVI&#38;t=25s</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=_o7Wqq4bNtI&#38;t=27s">https://www.youtube.com/watch?v=_o7Wqq4bNtI&#38;t=27s</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=6rrAY-Sq7PE&#38;t=28s">https://www.youtube.com/watch?v=6rrAY-Sq7PE&#38;t=28s</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=28vVjFofR9k&#38;t=16s">https://www.youtube.com/watch?v=28vVjFofR9k&#38;t=16s</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=L0WBV-VASoQ&#38;t=22s">https://www.youtube.com/watch?v=L0WBV-VASoQ&#38;t=22s</a> &#160;<a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=-32SEcEPpnA&#38;t=41s">https://www.youtube.com/watch?v=-32SEcEPpnA&#38;t=41s</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=XMUgwCoV_dk&#38;t=24s">https://www.youtube.com/watch?v=XMUgwCoV_dk&#38;t=24s</a> )</p><br>

Il declino dell'Impero Asburgico 14.06.2019, 10:00
Il declino dell'Impero Asburgico

<p>L’impero asburgico, vide aggravarsi il declino delineatosi a partire dal 1848 e dovuto, oltre che al ritardo nello sviluppo dell’economia, ai sempre più forti contrasti tra le diverse nazionalità. Mentre l’impero tedesco trovava nel nazionalismo di una popolazione compattamente tedesca un potentissimo elemento di coesione, in Austria-Ungheria le tensioni tra i diversi gruppi etnici costituivano un fattore di logoramento e di disgregazione per una compagine statale che aveva come principali elementi unificanti la Corona, l’esercito e la burocrazia.</p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://www.tesionline.it/appunto/Il-declino-dell%27impero-asburgico---1848---/739/29">https://www.tesionline.it/appunto/Il-declino-dell%27impero-asburgico---1848---/739/29</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=OxUCSySV0zY&#38;t=1250s">https://www.youtube.com/watch?v=OxUCSySV0zY&#38;t=1250s</a> )</p><br>

Guerra di Abissinia 1896 14.06.2019, 09:59
Guerra di Abissinia 1896

<p>La <strong>guerra di Abissinia</strong> (<em>Abissinia</em> era l'antico nome dell'odierna <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Etiopia" title="Etiopia">Etiopia</a>), nota anche come <strong>prima guerra italo-etiopica</strong> o <strong>campagna d'Africa orientale</strong>, fu un conflitto militare combattuto tra il dicembre del <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1895" title="1895">1895</a> e l'ottobre del <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1896" title="1896">1896</a> tra il <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Regno_d%27Italia_(1861-1946)" title="Regno d'Italia (1861-1946)">Regno d'Italia</a> e l'<a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Impero_d%27Etiopia" title="Impero d'Etiopia">Impero d'Etiopia</a>.</p><br><p>La sconfitta delle forze armate del Regno d'Italia ad opera di <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Menelik_II" title="Menelik II">Menelik II</a> portò alla firma del <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Trattato_di_Addis_Abeba" title="Trattato di Addis Abeba">trattato di Addis Abeba</a>, con cui veniva riconosciuta la piena indipendenza dell'Etiopia.</p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_di_Abissinia">https://it.wikipedia.org/wiki/Guerra_di_Abissinia</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=9Bk3IfRjVlE&#38;t=43s">https://www.youtube.com/watch?v=9Bk3IfRjVlE&#38;t=43s</a> )</p><br>

Guglielmo Marconi inventa la radio 1895 14.06.2019, 05:49
Guglielmo Marconi inventa la radio 1895

<p><strong>Guglielmo Giovanni Maria</strong> <strong>Marconi</strong> (<a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Bologna" title="Bologna">Bologna</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/25_aprile" title="25 aprile">25 aprile</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1874" title="1874">1874</a> – <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Roma" title="Roma">Roma</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/20_luglio" title="20 luglio">20 luglio</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1937" title="1937">1937</a>) è stato un <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Inventore" title="Inventore">inventore</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Imprenditore" title="Imprenditore">imprenditore</a> e <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Politico" title="Politico">politico</a><a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Italia" title="Italia">italiano</a>.</p><br><p>A lui si deve lo sviluppo di un efficace sistema di comunicazione con la <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Telegrafo#La_telegrafia_senza_fili" title="Telegrafo">telegrafia senza fili</a> via <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Onda_radio" title="Onda radio">onde radio</a> o radiotelegrafo che ottenne notevole diffusione, la cui evoluzione portò allo sviluppo dei moderni sistemi e metodi di <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Radiocomunicazione" title="Radiocomunicazione">radiocomunicazione</a>, la <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Televisione" title="Televisione">televisione</a> e in generale tutti i sistemi che utilizzano le comunicazioni <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Wireless" title="Wireless">senza fili</a>, che gli valse il <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Premio_Nobel_per_la_fisica" title="Premio Nobel per la fisica">premio Nobel per la fisica</a> nel <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1909" title="1909">1909</a> condiviso con <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Carl_Ferdinand_Braun" title="Carl Ferdinand Braun">Carl Ferdinand Braun</a>, «in riconoscimento del suo contributo allo sviluppo della telegrafia senza fili». Anche altri scienziati e inventori hanno contribuito all'invenzione della telegrafia senza fili o hanno effettuato esperimenti simili negli stessi anni, come ad esempio <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Heinrich_Rudolf_Hertz" title="Heinrich Rudolf Hertz">Heinrich Hertz</a> nel <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1886" title="1886">1886</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Nikola_Tesla" title="Nikola Tesla">Nikola Tesla</a> nel <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1893" title="1893">1893</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Carl_Ferdinand_Braun" title="Carl Ferdinand Braun">Carl Ferdinand Braun</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Thomas_Edison" title="Thomas Edison">Thomas Edison</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Aleksandr_Stepanovi%C4%8D_Popov" title="Aleksandr Stepanovič Popov">Aleksandr Popov</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Augusto_Righi_(fisico)" title="Augusto Righi (fisico)">Augusto Righi</a> e altri.</p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Guglielmo_Marconi">https://it.wikipedia.org/wiki/Guglielmo_Marconi</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=_QXZg6yZ6J0&#38;t=1518s">https://www.youtube.com/watch?v=_QXZg6yZ6J0&#38;t=1518s</a> )</p><br>

I fratelli Lumiere inventano il cinema 1895 14.06.2019, 05:49
I fratelli Lumiere inventano il cinema 1895

<p>I fratelli <strong>Auguste Marie Louis Nicolas Lumière</strong> (<a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Besan%C3%A7on" title="Besançon">Besançon</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/19_ottobre" title="19 ottobre">19 ottobre</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1862" title="1862">1862</a> – <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Lione" title="Lione">Lione</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/10_aprile" title="10 aprile">10 aprile</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1954" title="1954">1954</a>) e <strong>Louis Jean Lumière</strong> (<a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Besan%C3%A7on" title="Besançon">Besançon</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/5_ottobre" title="5 ottobre">5 ottobre</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1864" title="1864">1864</a> – <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Bandol" title="Bandol">Bandol</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/6_giugno" title="6 giugno">6 giugno</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1948" title="1948">1948</a>) sono stati due <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Imprenditore" title="Imprenditore">imprenditori</a> <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Francesi" title="Francesi">francesi</a>, inventori del <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Proiettore_cinematografico" title="Proiettore cinematografico">proiettore cinematografico</a> e tra i primi <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Cineasta" title="Cineasta">cineasti</a> della storia.</p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Auguste_e_Louis_Lumi%C3%A8re">https://it.wikipedia.org/wiki/Auguste_e_Louis_Lumi%C3%A8re</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=ruE6ujxd-Ik&#38;t=383s">https://www.youtube.com/watch?v=ruE6ujxd-Ik&#38;t=383s</a> )</p><br>

Domenico Melegatti inventa il Pandoro 1894 14.06.2019, 05:48
Domenico Melegatti inventa il Pandoro 1894

<p>L'azienda venne fondata a <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Verona" title="Verona">Verona</a> presso un'antica pasticceria che aveva sede in Corso Porta Borsari, 21.</p><br><p>Il brevetto del pandoro venne dal Ministero dell'Agricoltura e Commercio per averne inventato il nome, la forma e la ricetta. Il dolce ebbe ben presto una folta schiera di imitatori, tanto da suggerire al fondatore la “sfida delle 1000 lire” invitando i pasticcieri che fabbricavano un dolce simile al suo a divulgare la vera ricetta del Pandoro in cambio del premio ma nessun pasticciere si presentò.</p><br><p>Tra i prodotti facenti parte del catalogo di Melegatti, il pandoro è probabilmente quello che maggiormente identifica l'azienda veronese, oltre a essere stata la prima creazione di Melegatti, che ne inventò nome, forma e ricetta. Inventato nel 1894, il pandoro nacque da una tradizione natalizia della città di Verona: un tempo, la notte della Vigilia, le donne veronesi si riunivano per realizzare il "levà", un impasto di farina, latte e lieviti. Melegatti rinnovò la ricetta togliendo le mandorle e i granelli di zucchero, che considerava controproducenti per la lievitazione, e aggiungendo alla ricetta originaria quantità maggiori di burro e uova. L'impasto così realizzato richiede oltre dieci ore di lievitazione e 6-7 cicli di impasto, per un totale di circa 36 ore di lavorazione.</p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Melegatti#Storia">https://it.wikipedia.org/wiki/Melegatti#Storia</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=YAd1yZk9aAE&#38;t=64s">https://www.youtube.com/watch?v=YAd1yZk9aAE&#38;t=64s</a> )</p><br>

La Grande Depressione di fine secolo 14.06.2019, 05:04
La Grande Depressione di fine secolo

<p>La <strong>grande depressione</strong> di fine <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/XIX_secolo" title="XIX secolo">Ottocento</a> fu una <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Recessione" title="Recessione">crisi economica</a> – la prima a essere chiamata tale per vastità di portata ed estensione temporale in cui dispiegò i suoi effetti – che ebbe inizio a Vienna nel <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/1873" title="1873">1873</a> e si propagò anche in America durante la <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Presidenza_di_Ulysses_S._Grant" title="Presidenza di Ulysses S. Grant">presidenza di Ulysses S. Grant</a> dopo oltre vent'anni di incessante <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Crescita_economica" title="Crescita economica">crescita economica</a> determinata dalla <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Seconda_rivoluzione_industriale" title="Seconda rivoluzione industriale">seconda rivoluzione industriale</a> e si protrasse sino alla fine del <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/XIX_secolo" title="XIX secolo">XIX secolo</a>.</p><br><p>Il mondo sviluppato conobbe una crisi <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Agricoltura" title="Agricoltura">agraria</a>, cui si aggiunse una parallela crisi <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Industria" title="Industria">industriale</a>, con forti riduzioni della <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Domanda_e_offerta" title="Domanda e offerta">domanda</a>, <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Profitto" title="Profitto">profitti</a> marginali calanti e scarsa circolazione monetaria (che non riguardò tutti i Paesi), anche se il <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Prodotto_interno_lordo" title="Prodotto interno lordo">prodotto interno lordo</a> (PIL) complessivo si mantenne in crescita costante, senza avere cioè caratteri puramente <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Recessione" title="Recessione">recessivi</a>. Una forte e perdurante <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Deflazione_(economia)" title="Deflazione (economia)">deflazione</a>, a livelli strutturali, durante l'intero ventennio innescò massicci <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Licenziamento" title="Licenziamento">licenziamenti</a> e riduzioni <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Salario" title="Salario">salariali</a>, repressioni ai danni dei <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Sindacato" title="Sindacato">sindacati</a> e vasti movimenti migratori dalle <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Campagna" title="Campagna">campagne</a> alle <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Citt%C3%A0" title="Città">città</a> e dalle aree meno sviluppate a quelle economicamente più forti del mondo.</p><br><p>(fonti: <a rel="nofollow" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Grande_depressione_(1873-1895)">https://it.wikipedia.org/wiki/Grande_depressione_(1873-1895)</a> <a rel="nofollow" href="https://www.youtube.com/watch?v=km5bhNqK3_g&#38;t=332s">https://www.youtube.com/watch?v=km5bhNqK3_g&#38;t=332s</a> )</p><br>