Menu

Monnalisa

Monnalisa

Sara Stevanato intervista una donna conosciuta o non conosciuta, sul rapporto con il proprio stile e la propria immagine. Cos’è femminile e cosa non è femminile? Cosa le piace indossare? Al nord ci sono gli stessi standard che al sud? Cosa caratterizza le italiane? Una conversazione profonda ma leggera per conoscere come si inseriscono le donne nella società d’oggi.

#10-Emilie Fouilloux "La parigina è un'imperfetta perfetta" 12.07.2018, 02:00
#10-Emilie Fouilloux "La parigina è un'imperfetta perfetta"

Emilie ha 34 anni, è francese, precisamente parigina, ma vive a Milano da qualche anno.<br /><br />Ho voluto intervistare Emilie perché è una donna semplice ma di successo e che sa bene quello che vuole. Ed inoltre adoro la sua visione. Emilie è convinta che nessuno sia fatto per fare una sola cosa nella vita. Lei ha fatto e fa infatti mille cose. E’ stata ballerina all’Opera di Parigi e alla Scala di Milano per poi lavorare come dj nei più importanti club di Parigi e Milano.<br /><br />Da qualche tempo ha creato Madem Paris, un sito e commerce fashion molto esclusivo fondato con alcuni amici. Definisce il suo stile vestimentario anarchico parigino, ama mischiare colori e pezzi vintage, ama le maglie larghe e comode, spesso usa addirittura i maglioni dei suoi ex fidanzati, e da buona parigina viaggia sempre con il rossetto rosso alla mano. Emilie ha parlato delle differenze tra italiane e francesi ma anche della sua vita a Milano e a Parigi.

#9-Silvia Grilli "La giornata è più bella se non ci si veste a caso" 27.06.2018, 02:30
#9-Silvia Grilli "La giornata è più bella se non ci si veste a caso"

Silvia Grilli è l’ospite dell’episodio di oggi. La direttrice di Grazia mi ha ospitato nella sua redazione per registrare questa intervista che io trovo fantastica, perché Silvia ha parlato di moda ma soprattutto di società.<br /><br />Silvia è una donna che ha vissuto le esperienze più disparate, grazie al suo lavoro di giornalista e reporter in giro per il mondo, delle quali ci ha parlato. Ha infatti lavorato per Panorama, il Giornale, Anna, Comsolpolitan, Il Foglio, The Guardian, The New York Sun e per molte altre testate. <br /><br />Silvia Grilli ha parlato anche di bellezza e di come sia importante la scelta dei propri abiti nella vita di tutti i giorni. Ma anche di pregiudizi nei confronti delle donne, e del come non sia necessario mortificarsi per comunicare la propria cultura e il proprio intelletto. Ha spiegato infatti che di come spesso siano le stesse donne a pretendere meno di quello che meriterebbero. Un’intervista che comunica tutto il suo entusiasmo per la vita e la bellezza, non solo prettamente estetica.<br /><br />Buon ascolto!

#8-Ketra "Io che vesto sempre di nero" 13.06.2018, 20:42
#8-Ketra "Io che vesto sempre di nero"

#7-Sandra Bacci "Il comune denominatore tra la moda e la matematica è la curiosità" 30.05.2018, 15:05
#7-Sandra Bacci "Il comune denominatore tra la moda e la matematica è la curiosità"

Sandra Bacci è una style blogger ma non una comune style blogger. E’ infatti anche un’insegnante di matematica. Vive a Lucca, ha 51 anni, ed è la fondatrice del blog Smiling is Chic, che gestisce con suo marito, Giorgio Leone, fotografo.<br /><br />Sandra è atipica anche perché non nasconde le sue rughe, non le elimina con filtri o o modifiche. Per lei l’importante è mostrarsi per come si è, perché crede che comunque la verità si veda.<br />La curiosità è l’elemento che lega il suo essere professoressa di matematica e appassionata di moda allo stesso tempo.<br /><br />Il suo sorriso e il suo buonumore si sposano con il suo look colorato, originale e solo suo.<br /><br />Sandra ha raccontato di come non accetti gli stereotipi di questa società contemporanea dove si crede che è facile raggiungere tutto con un click, anche magari con un semplice acquisto di followers per il proprio profilo Instagram.<br /><br />Sandra ha parlato della sua immensa passione per la moda, di cosa fa dei vestiti che non usa più e che riceve dai brand, del suo non amore per le regole imposte secondo l’età e la credenza generale che se fai un certo tipo di lavoro nella vita non puoi fare nient’altro.

#6-Valentina Pasqualini "Femminilità non è quello che indossi ma quello che sei" 16.05.2018, 02:30
#6-Valentina Pasqualini "Femminilità non è quello che indossi ma quello che sei"

Per questo nuovo episodio, ho deciso di intervistare la donna italiana della porta accanto. Forse oggigiorno questo termine non ha neanche più senso. Tutto alla fine è relativo. Ma voglio dire che ho invitato né una donna famosa né un’appassionata di uno stile particolare. E’ una donna italiana come ce ne sono tante. volevo conoscere il punto di vista sullo stile e la moda di una donna che potrebbe essere la vostra vicina o la vostra collega di scrivania. Oggi conoscerete quindi Valentina. Valentina ha 34 anni e vive a Mestre ma lavora a Venezia. <br />Ho scelto Valentina perché ama la semplicità e la comodità ma non tralascia la propria femminilità. Ama viaggiare, andare in bicicletta, il colore giallo, non esce mai senza profumo, ne ha tantissimi e d’estate non può uscire senza smalto sui piedi.<br />Con lei abbiamo parlato delle donne straniere che vede a Venezia tutti i giorni, della sua semplicità ma attenzione per i dettagli, di come gli uomini di oggi siano poco propositivi, del suo non scoprire esageratamente il suo corpo, del suo amore per gli orecchini, del suo modo di fare shopping e della sua attenzione per il sorriso e i denti. Per vedere Valentina vi invito a seguire Monnalisa il podcast su Instagram.

#5-Giorgia Bressan "Nel mio armadio neanche un jeans" 02.05.2018, 02:15
#5-Giorgia Bressan "Nel mio armadio neanche un jeans"

L’ospite di oggi è Giorgia Bressan.<br />Giorgia è una creativa, un’illustratrice. Un’illustratrice che disegna soprattutto ritratti di donne. Ha lavorato per Diego della Palma, Mondadori, la Milano Fashion Week, Cosebelle Magazine...<br />Giorgia ama il vintage, i colori, e il possedere capi unici, che trova abitualmente nei mercatini e mai nei negozi.<br />Con Giorgia abbiamo parlato di quanto il campo della moda non sia così “aperto” e creativo come si creda, del suo non amore per i piumini, i jeans, e il nero.<br />Ed anche di quanto secondo lei la gente tenda ad omologarsi, a vestirsi come tutti gli altri,  anche se in realtà i vestiti che porta non corrispondono poi alla vera personalità della stessa persona.<br />Buon ascolto!

#4-Petra Loreggian "Mio marito sceglie i vestiti per me" 18.04.2018, 13:00
#4-Petra Loreggian "Mio marito sceglie i vestiti per me"

L’ospite di questa nuovo episodio di Monnalisa è Petra Loreggian. Ricordo che la prima volta che vidi Petra fu in una famosa pubblicità della Tim qualche anno fa. La sua voce, ma soprattutto la velocità della sua parlantina è inconfondibile. Petra è speaker di RDS ma ha lavorato per tante radio: Radio 2, RTL 102.5, radio Kiss Kiss. Ha anche lavorato in tv, come opinionista e conduttrice di diversi programmi, tra cui il Celebrity Now. Satira Selvaggia con Selvaggia Lucarelli, sua grande amica. Pur essendo un personaggio pubblico Petra resta una persona semplice.<br />Petra è innamorata di Bali, ama la libertà, ama vestire in tuta e sneaker, ama il rossetto rosso, non ha un buon rapporto con il telefono ed è costantemente accompagnata dalla musica, anche perché ha sposato un dj. Purtroppo durante la registrazione c’è stato un problema tecnico e una risposta non è stata registrata, quindi sentirete qualche riferimento mancante e non ascolterete la sua risposta di cosa per lei non è femminile. Rimedio quindi dicendovi ora che Petra pensa che non sia femminile per una donna cercare di assomigliare in tutto e per tutto agli uomini, anche quindi nel modo di vestire e nello stile. Abbiamo registrato negli studi di RDS il primo Marzo e ricordo bene questa data perché a Milano nevicava. Petra calzava un paio di non boot, portava un paio di jeans e un maglione soprannominato delle presine di cui sentirete parlare nell’intervista e che potete vedere nelle foro dell’account Instagram di Monnalisa il podcast.

#3-Eriko Kawasaki "In Giappone l'apparenza viene prima di tutto" 11.04.2018, 15:23
#3-Eriko Kawasaki "In Giappone l'apparenza viene prima di tutto"

Questa settimana ho voluto portarvi in Giappone per scoprire come vivono la femminilità e la moda le giapponesi. L’intervistata è Eriko Kawasaki, una famosa cantante giapponese conosciuta in Italia anche per il suo canale YouTube Erikottero. Ringrazio Eriko che con la sua dolce voce ha parlato del suo modo di vestire, dell’uso del kimono, dell’importanza dell’immagine in Giappone, della sua dipendenza dal trucco, della biancheria intima giapponese, di come le giapponesi vivano con un costante senso di inferiorità e della "career woman" giapponese. Buon ascolto!

#2-Annamaria Bernardini de Pace "Mai appendersi a un uomo" 04.04.2018, 02:44
#2-Annamaria Bernardini de Pace "Mai appendersi a un uomo"

Annamaria Bernardini de Pace è la divorzista italiana più conosciuta, spesso ospite in tv in varie trasmissioni, oltre ad essere autrice di numerosi libri.<br />E' stata recentemente eletta dalla rivista Forbes come una delle cento donne italiane più vincenti. <br />Con lei abbiamo parlato di quanto sia fondamentale la libertà, della sua concezione di femminilità, del suo amore per la seta e le pellicce, dell’incapacità delle persone di scegliere al giorno d’oggi, delle sue sofferenze per amore e anche della famosa pizza Cracco! L’episodio è un pò più lungo del primo perché abbiamo parlato di tante cose, ma non potevo tagliare nulla, ogni singolo minuto è da ascoltare!

#1-Maria Grazia Di Summa "A Bologna le donne osano" 28.03.2018, 13:59
#1-Maria Grazia Di Summa "A Bologna le donne osano"

La prima intervistata di Monnalisa è Maria Grazia Di Summa. Sentirete un leggero accento pugliese, si perché Maria Grazia è della provincia di Brindisi, ma abita a Bologna da molti anni. Con lei abbiamo parlato di come il suo modo di vedere le cose sia cambiato da quando vive a Bologna, di quanto sia importante la libertà e di come le sua amiche al Sud siano ancorate a degli standard di comportamento difficili da non seguire. Ma anche del suo amore per la cura della propria immagine, restando comunque semplice, del suo non ostentare le proprie forme, del suo sentirsi bella anche solo con un rossetto rosso, della sua passione per lo stile femminile-androgino, della sua non dipendenza dallo smartphone in vacanza…